Verbale riunione 27/11/2006

CONSIGLIO DIRETTIVO SAIt

Firenze,  27.11.06

 

Presenti: Bonoli, Caputo, Cutispoto, Chinnici, Mazzucconi, Lopresti, Serio

 

Ordine del giorno:

 

0)      Approvazione dell’O.d.G.

1)      Approvazione verbale della riunione precedente

2)      Comunicazioni del Presidente

3)      Comunicazioni del Segretario

4)      Lavori della Commissione Elettorale

5)      Congresso 2007

6)      Pubblicazioni

7)      Didattica – Scuole estive

8)      Varie ed eventuali

 

La seduta ha inizio alle ore 10.45.

 

0)      L’O.d.G. viene approvato senza modifiche, solo con la richiesta di inserire nelle varie i seguenti argomenti:

  • Olimpiadi
  • Richieste di patrocinio da parte dell’Associazione Tradatese e Pramantha

 

1)      I verbali delle due riunioni precedenti vengono approvati con solo lievi modifiche

 

2)   Viene affrontato e dibattuto il problema del rapporto fra la SAIt e l’INAF.

Il presidente introduce il dibattito ricordando che l'istituzione dell'INAF ha cambiato in maniera sostanziale il quadro in cui opera la Società. LA SAIt ha operato finora, per raggiungere il suo compito statutario della diffusione della cultura astronomica, come unico attore nazionale rappresentante la comunità scientifica professionale.  Tra le iniziative principali in questo campo, oltre la pubblicazione delle Memorie e del Giornale, vi è stata la organizzazione del congresso annuale, che ha superato ormai la cinquantesima edizione e che è oggi l'unica occasione di incontro scientifico non limitato ad un settore particolare dell'Astronomia ed in cui si dibattono temi di interesse per l'intera comunità.

E' stato recentemente annunciato che l'INAF ha interesse ad organizzare un proprio congresso annuale. Ove questa iniziativa fosse realizzata, sarebbe ovvia per la SAIt la necessità di rivedere l'organizzazione del congresso annuale e di coordinarlo con l'INAF al fine di renderlo complementare e non conflittuale.

Il Consiglio conviene con il Presidente sulla opportunità di agire, seppure in piena autonomia, in collaborazione e coordinamento con l'INAF.

 

Per rendere omaggio a Vittorio Castellani si propone di intitolare al suo nome la scuola estiva di Stilo e nel contempo di pubblicare qualcosa di suo: si pensa per esempio ad una pubblicazione da distribuire ai soci, molto interesse per esempio suscitano le sue dispense che potrebbero essere messe on line oppure cercare un editore che le pubblichi, anche se qualcuno avanza dei dubbi sull’operazione, visto che Vittorio era forse contrario alla loro pubblicazione. Ovviamente prima di procedere occorre sentire il parere dei figli. 

 

3) Il Segretario presenta un bilancio provvisorio del 2006, la situazione finanziaria non è proprio nera, ma molto scura, si deve navigare a vista con molta attenzione.

Inoltre il Segretario fa notare che per il terzo anno consecutivo il Ministero a cui la SAIt fa capo, quello dei Beni Culturali, non ha erogato nessun contributo, ed è solo con l’aiuto dei buoni rapporti con il MPI che si riesce ad andare avanti, perché oltre al solito contributo annuale, abbiamo ricevuto anche un contributo straordinario che copre quasi per intero le spese della scuola di Stilo.

 

4) Serio riferisce su i risultati ottenuti dalla Commissione Elettorale: ha ricevuto inizialmente alcune proposte per la carica di Presidente, ma alla fine si è concretizzata la sola candidatura di Roberto Buonanno. Così come uniche sono le candidature per la carica di Vicepresidente (Fabrizio Bonoli), di Segretario (Fabrizio Mazzucconi) e di Vicesegretario (Massimo Mazzoni). Per la carica di consigliere (sei posti disponibili) sono candidati: Giuseppe Bono, Ileana Chinnici, Giuseppe Cutispoto, Flavio Fusi Pecci, Maria Teresa Gomez, Claudio Lopresti, Angela Misiano, Giuseppe Tanzella Nitti.

 

5) A questa parte della riunione partecipano anche Francesco Palla, direttore dell’Osservatorio di Arretri che ospiterà la prossima edizione del Congresso, e la sua segretaria Manuela Masini. Circa la data più indicata, ricordando che l’8 aprile 2007 è Pasqua e che Firenze in primavera è piena di turisti, viene scelta la settimana dal 16 al 20 aprile (probabilmente 17, 18 e 19 aprile), mentre è già stato trovata la sede del convegno nell’Istituto degli Innocenti, in pieno centro di Firenze.

Per il Consiglio Scientifico del Congresso si fanno i nomi, ovviamente, di Palla e Serio e, da verificarne la disponibilità, di Landini, Direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Firenze, di Benvenuti, Presidente dell’INAF, di Capaccioli, Chincarini, Vittorio.

Da verificare le intenzioni dell’INAF, visto che non ha tenuto il suo congresso autunnale, potrebbe aver bisogno di un suo spazio all’interno del nostro congresso.

Si nomina la commissione giudicatrice per il premio Tacchini, che sarà assegnato durante il congresso: Presidente Serio, componenti Cavaliere e Palla.

Si richiede alla Segreteria di approfittare dell’obbligo statutario di inviare notizia sulle candidature al CD per informare i soci sul congresso, le sue date e le indicazioni alberghiere. Su richiesta degli organizzatori e parere favorevole del CD, la Segreteria si dichiara disponibile a gestire la parte finanziaria dell’organizzazione.

Si consiglia il comitato organizzatore di prevedere la pubblicazione degli atti del congresso, almeno on line nel sito della SAIt.

Si pone anche il problema del congresso 2008, in modo da sondare la disponibilità delle varie sedi: si danno le indicazioni di alcune sedi prestigiose, a partire da Cagliari, che non ha mai ospitato, almeno in tempi storici, un congresso SAIt, per poi andare a Napoli, Palermo e Roma.

 

6) Come ogni anno l’editore delle nostre pubblicazioni chiede l’adeguamento dei prezzi delle riviste e del suo contratto. Le proposte sottoposte all’attenzione del CD sono ritenute completamente inaccettabili e quindi, dopo lunga discussione, viene accettato solo il seguente lieve ritocco ai prezzi, anche perché sembra non buona politica tenere bloccati i prezzi per più anni per poi essere costretti a fare dei rialzi eccessivi:

 

Giornale di Astronomia

Memorie

Italia  -  privati

19

Italia  -  privati

120

Italia  -  enti

28

Italia  -  enti

150

Estero  -  privati

38

Estero  -  privati

180

Estero  -  enti

56

Estero  -  enti

250

Italia  -  fascicolo singolo

8

Italia  -  fascicolo singolo

50

Estero - fascicolo singolo

16

Estero - fascicolo singolo

100

Giornale di Astronomia Online

12

  
 

 

 

 

Per quello che riguarda l’aumento del canone annuo stabilito dal contratto con l’editore, il CD ricorda che il contratto ha validità triennale e che già l’anno prima, per ovviare alla cancellazione del Giornale arabo, si era concesso un adeguamento del prezzo del Giornale. Pertanto essendo in vista le elezioni per il nuovo CD, sarà il nuovo Consiglio affrontare con l’editore i costi delle riviste a partire dal 2008.

 

7) Entrambe le scuole estive hanno avuto un eccezionale successo, dimostrato oltre che dall’interesse di chi vi partecipa, anche dal numero delle richieste di partecipazione, quindi si pensa di proseguire le due iniziative anche per il 2007.

L’unico problema si pone per la sede di Stilo, scelta influenzata non solo dal nome del paese ma anche dalla disponibilità delle autorità locali e dalla proposta di una sede permanente. Ma ultimamente le autorità locali sembrano molto più indifferenti, la sede è tutt’ora nelle stesse condizioni di cinque anni fa e quindi il disagio della collocazione geografica e logistica diventa ingiustificato, quindi si raccomanda Angela Misiano di valutare la possibilità di collocare la scuola in una sede più comoda.

Nel frattempo si prospetta la possibilità di una nuova scuola estiva a Perinaldo, paese di Cassini nell’entroterra ligure, si tratta di una disponibilità delle autorità locali ancora da accertare, che comunque non potrebbe essere attivata prima del 2008.

Visto il successo delle iniziative forse sarebbe il caso di istituzionalizzare la struttura di gestione delle scuole, con un unico responsabile nazionale che coordini le due, e forse tre iniziative, e un responsabile di ogni scuola.

 

8)Si approvano i patrocini concessi dal Presidente a due associazioni, già note alla Società, per iniziative di carattere astronomico, l'Associazione Astronomica Tradatese e Pramantha . Per quello che riguarda le Olimpiadi di Astronomia, si fa seguito alla richiesta dei funzionari ministeriali di assumere una maggiore responsabilità nell’organizzazione dell’iniziativa, facendo propria la disponibilità, già offerta, di collaborazione con Trieste di Misiano e Cutispoto. Circa un contributo finanziario, questo sarà possibile solo a seguito di un’erogazione di fondi straordinaria da parte del ministero e in una misura compatibile con le altre iniziative della Società.

 

La seduta ha termine alle ore 16.00.

 

Anno di riferimento: 
2006