Verbale riunione 14/01/2010

Riunione del Consiglio Direttivo SAIt presso il Dipartimento di Fisica dell’Università La Sapienza, Roma
14 Gennaio 2010, ore 11:00

Presenti: Roberto Buonanno (Presidente), Fabrizio Mazzucconi (Segretario), Massimo Mazzoni (Vicesegretario), Fabrizio Bònoli, Ileana Chinnici, Giuseppe Cutispoto, Flavio Fusi Pecci, Maria Teresa Gomez, Angela Misiano.
Assente giustificato: Giuseppe Bono

Ordine del giorno proposto:

  1. Approvazione Odg
  2. Esame ed approvazione del verbale della riunione precedente
  3. Congresso Napoli
  4. Relazione del Presidente sulla situazione societaria
  5. Relazione del Segretario sulla situazione finanziaria
  6. Elezioni
  7. Relazione sulle Olimpiadi
  8. Didattica
  9. Pubblicazioni
  10. Varie ed eventuali

1) L’Ordine del giorno è approvato all’unanimità
2) Il verbale della riunione del 1 Dicembre 2008, già inviato ai Consiglieri a suo tempo, viene distribuito con le correzioni proposte allora dai Consiglieri, e sottoposto ad approvazione. Il CD approva all’unanimità.
3) A nome del responsabile dell’organizzazione (Colangeli, assente per impegni amministrativi), Maria Teresa Gomez descrive lo stato dell’arte del prossimo congresso, che si svolgerà a Napoli ad inizio Maggio.  Le date indicative sono 3-7 maggio, ma la discussione che segue indica preferibile una minor durata, dell’ordine di tre giorni equivalenti, magari distribuita su quattro giorni settimanali (tre notti). MTG riferisce sulla logistica, sulla struttura del congresso e sugli eventi collaterali previsti. Si valuta se cogliere l’occasione per salutare ufficialmente il numero non piccolo di astronomi che hanno appena raggiunto il limite d’età o lo raggiungono nell’anno in corso.
Il Presidente sottolinea che uno dei principali scopi del congresso è quello di raggiungere la massima visibilità e partecipazione, poiché si tratta “della vetrina della SAIt”. Vengono avanzate e discusse varie proposte, come coinvolgere maggiormente gli studenti o invitare i titolari dei contratti di ricerca che hanno ottenuto i maggiori finanziamenti, affinché espongano i loro progetti. Sarebbe auspicabile anche che si approfittasse del congresso per fare annunci di rilevanti novità in campo astronomico, come già avviene in società astronomiche estere, ed amplificare l’eco invitando giornalisti scientifici specializzati. Data la preoccupante situazione nazionale per la riduzione di fondi e la mancanza di ricambio, sarebbe opportuno invitare anche il Presidente dell’INAF per una tavola rotonda sulle prospettive presenti e future. Altro argomento attuale è la riforma in corso della Scuola Superiore, che vede una riduzione dell’insegnamento scientifico sia in termini quantitativi che qualitativi: affrontare quest’aspetto dovrebbe stimolare la partecipazione degli insegnanti.
FFP suggerisce di dare spazio anche al lato tecnologico, aprendo alle industrie coinvolte nei programmi spaziali o osservativi di maggior portata. Altri spazi potrebbero essere riservati a temi come l’Astrobiologia o la ricerca di pianeti extrasolari. Varie altre proposte giungono da vari consiglieri: invitare i giovani vincitori delle Olimpiadi di Astronomia, da un lato, e gli astronomi con maggior impact factor dall’altro, organizzare un ufficio stampa per l’interfaccia verso il mondo laico. Si sollecita la formazione del SOC.
Si sottolinea come questa nuova impostazione del congresso nazionale, insieme alla sua contrazione, privilegi i rapporti verso l’esterno, mentre le precedenti edizioni avevano invece più il carattere di informazione interna.
Si discute del Premio Tacchini per i dottorati e FB sottolinea come esso sia particolarmente apprezzato dai giovani astronomi. Verranno assegnate  due medaglie durante il congresso di quest’anno, accompagnate dalle rispettive relazioni; queste dovranno avere carattere specialistico, sia per la generale inesperienza didattico-divulgativa dei vincitori, sia per meglio valorizzare il loro lavoro.
MTG riferirà al LOC sulla presente discussione e, viceversa, terrà aggiornato il CD sugli sviluppi organizzativi.
4) Il Presidente riassume l’attività svolta e le prospettive di quella progettata. Pone l’accento sull’aspetto della comunicazione verso il mondo non professionista ed in particolare sull’importanza di eventi come le Olimpiadi di Astronomia (v. successivo punto). Ricorda anche che il Ministero valuta solo l’alta formazione ed è quindi in questa direzione che la Società deve indirizzare i suoi sforzi. Inoltre la necessità di un rinnovo deve riguardare anche la SAIt ed i suoi organismi, favorendo il ricambio dei componenti. Il Presidente chiede il mandato di studiare la preparazione di un libro a spese della SAIt che potrebbe essere diffuso come allegato di un quotidiano. Per invogliare gli autori il ricavato potrebbe essere diviso fra la SAIt e gli autori, una volta sottratte le spese per la diffusione. Anche il sito della Società deve arricchirsi di contenuti e stimoli, in modo da esercitare un maggior richiamo. FFP si fa carico, insieme ad AM, di preparare un documento da inviare ai Dirigenti scolastici per ricordare che la SAIt è anche ente di formazione e quindi, riguardo a eventuali corsi di didattica dell’Astronomia, è in grado sia di fornire propri esperti sui vari temi, sia di concedere la propria qualificata approvazione sulla base dei programmi e dei docenti dei corsi presentati.
5) FM riferisce sull’aspetto finanziario, con accento sulle quote societarie e sui costi delle pubblicazioni della Società. Il consuntivo di cassa e la Tabella Crediti-Debiti, ambedue distribuiti ai presenti in una prima bozza, dato che ancora non possono essere considerati definitivi, sono esaminati e discussi, e vengono forniti i chiarimenti richiesti. I due documenti in forma definitiva sono in allegato. In  particolare RB ricorda l’onere e l’onore dell’impegno preso relativo all’organizzazione del Jenam 2012, e la necessità di un accantonamento a parziale copertura dei costi gestionali. La cifra è stimata per quest’anno in 15mila euro.
6) Si prende atto della rosa dei candidati preparata dalla Commissione Elettorale (FFP, Lucio Paternò, Rafanelli). Comunque sono eleggibili tutti i soci in regola con la quota, anche se non designati dalla Commissione. Le schede elettorali saranno inviate ai soci entro il 31 Gennaio. Si considera brevemente la possibilità di introdurre il voto per via informatica, ma è improponibile per le prossime elezioni. Infine si vota se inviare le buste di risposta già affrancate, ma la maggioranza del CD si dichiara contraria.
7) GC distribuisce una relazione sulle Olimpiadi, tracciandone l’evoluzione e lo stato attuale, sia per l’ambito nazionale che per quello internazionale. A livello nazionale l’iniziativa negli anni ha visto crescere sia il numero dei osservatori coinvolti, sia quello degli studenti partecipanti, superando quota 300. In tale quadro positivo, emerge purtroppo il risultato non brillante degli studenti italiani nel confronto internazionale, forse attribuibile alla tipologia delle domande poste ed anche alla insufficiente capacità di approfondimento individuale. Sicuramente ci penalizza la diversa impostazione dell’età scolare, tanto che i nostri studenti dell’ultimo anno della scuole superiori non vi possono partecipare.  Risulta anche una disomogenea partecipazione sul territorio, con forti differenze tra una regione e l’altra. Per stimolare il coinvolgimento degli studenti, si prospetta l’introduzione di premi come la visita a prestigiosi Osservatori anche internazionali. Si esamina anche l’aspetto economico dell’avvenimento. Per i dettagli si rimanda comunque alla relazione, allegata.
8) Si tratta della presenza della SAIt nella Commissione Congiunta, composta da fisici, astronomi, matematici e chimici, e coordinata dalla SIF; tale Commissione è interlocutrice verso il Ministero riguardo alla citata riforma delle Superiori. MM riferisce sul lavoro in corso, ed aggiorna inoltre sulla richiesta inoltrata all’Ateneo fiorentino per ottenere la disponibilità di ambienti per la Società e per l’archivio del Giornale di Astronomia. Infine informa che è in fase di sviluppo un accordo col Planetario di Milano per un possibile coinvolgimento della Società nella gestione, nella divulgazione e nella didattica qualificata del Planetario stesso. Il CD autorizza MM a proseguire i contatti per valutare la fattibilità del progetto. Anche in questo caso si rimanda alla relazione, allegata.
9) FB sottolinea che gli aspetti economici delle pubblicazioni SAIt sono già stati affrontati durante la relazione sul bilancio. Fa un quadro dei collaboratori e delle rubriche, dei prossimi numeri, dei rapporti con l’editore e ricorda che il Giornale è al suo 35° anniversario. Coglie l’occasione per chiedere di considerare un suo ricambio dopo 14 anni di direzione.
Su invito del Presidente, IC aggiorna il Consiglio sull’andamento della mostra Astrum 2009, cui la SAIt ha concesso il patrocinio e che si chiuderà il 16 gennaio. La mostra ha superato i diecimila visitatori, riscuotendo un notevole successo e consenso di pubblico malgrado le non poche difficoltà affrontate nell’organizzazione. Il bilancio di questa esperienza risulta dunque decisamente positivo sotto diversi aspetti.
Non essendoci altri argomenti per le varie ed eventuali, la riunione si chiude alle ore 16:00.

Allegati:          -Bilancio della Società
                        -Relazione di GC sulle Olimpiadi
                        -Aggiornamento di MM su varie iniziative
                        -(Lettera di FFP da indirizzare ai DAS)

 

Anno di riferimento: 
2010